Category

Cinema

Category

Brutti e Cattivi, film demenziale a medio potenziale

Non paragonatelo a Smetto quando voglio. Brutti e Cattivi, l’ultimo nonché primo film di Cosimo Gomez, racconta sì di una banda di disperati e di una rapina, ma si colloca su un filone più demenziale e sconclusionato della ormai quasi trilogia di Sydney Sibilia. Un paraplegico chiamato il Papero (Santamaria) organizza una rapina perfetta: il piano è quello di rubare 4 milioni alla mafia cinese, insieme a una decina di migliaia di euro regolarmente depositati in banca. Sarà per il furto di questi ultimi, e non dei 4 milioni mai registrati e in nero, che il Papero e la sua banda si faranno qualche anno di carcere, per poi uscire di lì ricchi, anzi ricchissimi. Lui, sua moglie senza braccia la Ballerina (Serraiocco), un tossico (D’Amore) e un nano rapper e delinquente. Ma qualcosa, come in ogni piano perfetto, va inevitabilmente storto. E proprio come nel progetto degli sconclusionati protagonisti,…